Uno studio pubblicato sul British journal of nutrition (la principale rivista medica inglese sull’alimentazione) nel 2015 spiega che un corretto apporto di proteine in gravidanza evita problemi muscolari anche gravi alla mamma e al bambino, soprattutto se di sesso maschile.

I ricercatori hanno verificato come una assunzione inadeguata di proteine attiva un processo di distruzione cellulare, chiamato autofagia, che va a causare l’atrofizzazione dei muscoli scheletrici della donna incinta. Nello studio quindi si è approfondito questo aspetto e il risultato è che questi cambiamenti genetici possono essere trasferiti ai muscoli del piccolo attraverso la placenta, determinando una crescita muscolare lenta e patologica in particolare nella prole maschile.

Per questo si consiglia la carne rossa di qualità, a quantità giuste e in accordo con i medici specialisti.

In gravidanza osserva queste regole:

In primo luogo, gli alimenti devono essere sempre ben cotti.
In secondo luogo, preferire carne rossa magra a basso contenuto di grassi saturi (come il vitello).

Le cotture preferibili sono quelle povere di grassi (come quelle al vapore o alla piastra). Evitare fritti, salse grasse e condire i piatti con olio di oliva extavergine, a crudo.

Scopri altri consigli sul mio libro “Tagliato per la carne”

Share This